Home

Perché si cancella la rievocazione storica?

Abbiamo appreso con sorpresa dai giornali della volontà della nuova amministrazione, di cancellare la rievocazione storica, che ormai conta 10 anni di attività.
Potremmo ragionare per giorni sul riscontro storico e sullo spessore culturale di iniziative di questo tipo. Resta il fatto che in 10 anni si è seminato qualcosa e ora si drovrebbe cercare di raccogliere i frutti.
Non diciamo certo che fosse la migliore rievocazione storica di sempre, certamente è migliorabile ma una cosa dobbiamo dirla: questa manifestazione è soprattuto frutto dell'impegno di molti cittadini, associazioni e istituti scolastici che si sono prestati volontariamente, ci hanno creduto e investito tempo e denaro in questo progetto con il solo obbiettivo di dare luce ed importanza a Opitergium, la città con i reperti insabbiati ed immense ricchezze turistiche da riscoprire.

Ci rammarica veder reiterato l'atteggiamento tipico della politica italiana di voler sempre mettere il "cappello" sulle iniziative socio-culturali, che dovrebbero essere patrimonio della cittadinanza tutta e non proprietà di taluno schieramento politico.
Invitiamo pertanto la nuova giunta a riferire quali siano le idee in merito ad associazioni, comitati, istituti scolastici interessati e soprattutto al Consiglio Comunale prima di prendere qualsiasi decisione in merito, per evitare che per troppa fretta "si getti il bambino assieme all'acqua sporca".

Lettera aperta alla nuova amministrazione

Noi del M5S ci complimetiamo con il nuovo Sindaco per la vittoria e il nuovo impegno assunto nei confronti di tutti gli opitergini.
Analizzando i risultati elettorali che hanno visto una relativa partecipazione al voto, oltre ad un astensionismo pari al 51%, siamo certi che la nuova Amministrazione sarà ancora più attenta ai fabbisogni della comunità.

C'è altresì da considerare che il programma della Lega Nord è molto simile a quello di altri partiti che si sono presentati a questa tornata elettorale e che possiamo sintetizzare in cinque punti focali:
1.Centralità della persona;
2.Sicurezza e attivazione di un servizio del Controllo del Vicinato e delle telecamere già presenti nel nostro territorio;
3.Stretta collaborazione con il Prefetto di Treviso per il tema immigrazione riguardante la ex Caserma Zanusso;
4.Valorizzazione di tutte le Associazioni e delle Frazioni;
5.Trasparenza dell'Amministrazione in tutti i settori.

Come opposizione, riteniamo doveroso vigilare perchè il programma venga rispettato nella sua totalità e saremo pronti a confrontarci con tutti, non solo durante il Consiglio Comunale, ma raccogliendo osservazioni e spunti che possono venire dai cittadini medesimi.
Finora abbiamo sempre lavorato in questo modo e siamo convinti che sia l'unico possibile per cercare di soddisfare le esigenze di tutti.

Il dovere che avrà la nuova Amminsitrazione sarà senza dubbio quello di soddisfare in primis l'elettorato che ha scelto la Lega, corrispondente al 32% degli aventi diritto, ma non potrà dimenticare il 68% pari al resto della comunità che ha scelto diversamente o che si è astenuto.
Noi ci rivolgeremo anche a queste persone perché uno dei nostri obiettivi è stato e continuerà ad essere quello di riavvicinare il cittadino alla politica affinchè possa partecipare attivamente e in prima persona alle scelte dei propri rappresentanti.

Auguriamo buon lavoro a Maria Scardellato e cogliamo l'occasione per ringraziare ancora una volta i nostri elettori.

A riveder le stelle.

Una soluzione rapida per la questione profughi è necessaria

Ieri sera eravamo presenti all'incontro organizzato da "fucina 4" al Palazzo Moro con la presenza di Antonio Silvio Calò. Tema della serata, per chi non conoscesse il professore di Povegliano, era la condivisione e la possibilità di proporre a tutti i Comuni, un modello di "accoglienza diffusa" per poter affrontare e gestire il problema dell'immigrazione nel nostro paese. Sala gremita, tanti cittadini curiosi e volenterosi di capire praticamente, cosa vuol dire essere parte attiva di un sistema efficace di integrazione. Valuteremo anche ad Oderzo come poterlo applicare. La nuova Sindaca Scardellato ha inviato un messaggio ai presenti, scusandosi per l'assenza, a causa delle fatiche elettorali e della nottata di festa per la vittoria elettorale. Mi dispiace che non abbiano trovato un sostituto tra le 32 persone delle loro liste. Visto l'importanza del tema, soprattutto per il nostro Comune, questa era una occasione importante per poter mettere le basi concretamente su quanto detto e promesso in campagna elettorale. Noi restiamo dell'idea che un' Hub alla Zanusso non è la soluzione. Ma bisogna muoversi velocemente. Troppo tempo è stato perso e ogni giorno in più rende le cose più difficili.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Donate

Sostenete la nostra lista civica anche un solo euro può aiutarci .... CONTRIBUISCI AL CAMBIAMENTO

Amount:

#info video

Iscriviti al sito

Iscriviti alla newsletter

Portali a 5 stelle


Copyright © 2016 Movimento 5 stelle Oderzo All Rights Reserved.