Home

Una nuova visione per lo sviluppo urbano

Spesso il Movimento 5 Stelle viene chiamato il Movimento del NO semplicemente perché si oppone a vecchie idee di sviluppo urbanistico, le quali hanno dimostrato negli anni la loro inefficacia, se non addirittura la loro nocività. 650 Non viene usato questo termine, normalmente associato a sostanze pericolose per la vita, a sproposito, perché certe decisioni stanno facendo soffrire la città, le stanno facendo perdere vitalità. Il motore di un organismo è il cuore, quello della nostra città, come di moltissime altre splendide città italiane, è il centro. Ne deve essere il cuore pulsante, crocevia di intrecci commerciali e sociali, dove la gente deve avere la possibilità di fare acquisti, trovare servizi, ma anche passare momenti ricreative per la mente e lo spirito. Il centro della nostra città è anche uno splendido ed invidiato centro storico, uno dei più porticati della regione e il fulcro di tutto ciò è la splendida piazza con la meridiana.

La piazza è un luogo dove ci si incontra, dove si scambiano idee, “ciacoe”, risate, litigi, un luogo di vita. Un’amministrazione che non capisce e valorizza questo, forse non ha capito quali sono le vere potenzialità sulla quale una città come Oderzo deve puntare. Svuotare il centro storico di importanti servizi necessari alla cittadinanza può avere un senso solamente in un’ottica di razionalizzazione dei costi, oppure nell’accompagnare un’espansione numerica della popolazione con conseguente allargamento della cintura urbana. Tutto questo da molti anni, ben prima della più recente crisi, non avviene. La città non cresce, non aumenta di abitanti questo perché non è più attrattiva.

Il voler acconsentire e permettere la costruzione di orrendi scatoloni di cemento in periferia, ma che nei fatti dista meno di 1 km dalla piazza , significa far morire il centro. Si costruisce con il mantra dei nuovi posti di lavoro che questi nuovi esercizi commerciali dovrebbero portare, ma non si pensa che se un negozio del centro chiude, anche se il bilancio numerico dei posti di lavoro è positivo, si è creato un vuoto, una piaga in un tessuto che faticherà a rimarginarsi, e che molto probabilmente non ce la farà mai. I bar vengono fatti chiudere perché qualche residente, molto ben agganciato in comune, si lamenta della rumorosità della clientela, in barba all’importanza dei posti di lavoro che quello stesso locale aveva creato. Due pesi e due misure, o meglio, forti con i deboli e deboli con i forti. Quando il forte sbatte i pugni sul tavolo chiedendo un tornaconto economico, a fronte degli oneri di costruzione versati, l’amministrazione diventa un docile cagnolino, mentre si trasforma in lupo famelico nei confronti del proprietario, che pure ha pagato il dovuto per potere aprire l’attività. Questa città va ristrutturata, va rivitalizzata e per farlo non ci si può affidare a chi ha contribuito a creare i problemi, serve una giunta slegata dai soliti interessi ma legata fortemente con chi deve rappresentare, cioè i cittadini.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Donate

Sostenete la nostra lista civica anche un solo euro può aiutarci .... CONTRIBUISCI AL CAMBIAMENTO

Amount:

#info video

Iscriviti al sito

Iscriviti alla newsletter

Portali a 5 stelle


Copyright © 2016 Movimento 5 stelle Oderzo All Rights Reserved.